PROFESSIONISTI 24
Home Ambiente e Sicurezza Appalti Diritto Edilizia Fisco Lavoro Mangement Pubblica Amministrazione

conciliazione

Mediazione civile, casi pratici e approfondimenti




Il nuovo Codice della Mediazione civile - Versione PDF
di Guida al Diritto - Marzo 2011 - Acquista online a 6,00 € il PDF


- Dalle locazioni alla responsabilità medica: via libera alla conciliazione per snellire le cause
- Le norme di riferimento spiegate articolo per articolo con schemi illustrativi e approfondimenti
- Un pratico supporto per udienza per avvocati, magistrati, notai, commercialisti, consulenti del lavoro e geometri


Su consulta tutte le novità

Leggi anche MEDIAZIONE CIVILE – Un Caso Pratico (APPROFONDIMENTO MULTIMEDIALE)


Mediazione: prestazioni del mediatore, indennità e formazione ex D.M. n. 180/2010
di Federico Ciaccafava

Conciliazione obbligatoria nelle controversie civili. Per risolvere liti condominiali, o controversie che riguardano successioni ereditarie, locazioni, contratti bancari o assicurativi, risarcimenti del danno derivanti da responsabilità medica e diffamazione a mezzo stampa, non sarà più necessario attendere tanto tempo.


Il cittadino, infatti, potrà far valere le proprie ragioni dinanzi a un mediatore professionista con requisiti di terzietà, vale a dire un avvocato, notaio, o qualsiasi altra figura iscritta in un organismo ad hoc controllato dal ministero della Giustizia e che verrà istituito entro i prossimi 90 giorni. Se in quattro mesi non si arriva a conciliare davanti al mediatore, allora la lite torna davanti al giudice. A prevederlo è un decreto legislativo approvato dal Consiglio dei ministri in attuazione di una delle deleghe date al governo per la riforma del processo civile.


Le modalità operative - La mediazione potrà essere di due tipi: facilitativa, nel caso in cui le parti siano aiutate a raggiungere un accordo anche amichevole sul loro rapporto in funzione dei rispettivi interessi; aggiudicativa, quando viene proposta una risoluzione delle controversie distribuendo torti o ragioni. Sarà poi suddivisa in tre modelli: mediazione obbligatoria, facoltativa e demandata dal giudice.
Nel primo caso, la mediazione sarà condizione necessaria per poter avviare un processo e riguarderà un catalogo di situazioni in cui sono comprese le liti condominali, sulle locazioni, la responsabilità da colpa medica, i contratti bancari e assicurativi.
Nella mediazione facoltativa, invece, le parti scelgono liberamente la via della composizione stragiudiziale della lite, mentre in quella demandata dal giudice, quest'ultimo può invitare le parti a risolvere il loro conflitto davanti agli organismi di conciliazione, quando la natura dalla causa e le risultanze dell'istruttoria lo suggeriscano. In questo caso il giudice darà 120 giorni di tempo alle parti per trovare una soluzione conciliativa.

A partire dal 20 marzo 2010 gli avvocati saranno chiamati a informare i propri clienti per gli incarichi assunti a partire da tale data, della possibilità di avvalersi del procedimenti di mediazione e della agevolazioni fiscali.
La mancata informativa è sanzionata con l'annullabilità del contratto d'opera concluso.
In vista dell'assolvimento di tale obbligo il Consiglio Nazionale Forense ha predisposto una circolare (C- 11/2010) e un fac simile di informativa che i legali potranno far sottoscrivere ai propri assistiti. L'informazione dovrà essere fornita tanto alla parte attrice che a quella convenuta.


CNF
N. 11-C-2010: Mediazione finalizzata alla Conciliazione
Modello di informativa
Modello di procura alle liti



Leggi anche

Mediazione civile, in anteprima gli schemi del codice di procedura civile

"Controversie civili: via libera del Cdm al Dlgs" di Luigi Petrella

Mediazione civile, domande alla Consob per arbitri entro il 24 maggio





RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci CONDIVIDI
  Del.icio.us   Digg   Technorati   Yahoo  
Condividi le notizie più importanti
Tutte le icone rimandano a servizi web, esterni al sito ILSOLE24ORE.COM, che consentono di organizzare online le proprie informazioni e condividerle con la propria community di riferimento. Attraverso questi strumenti è possibile classificare, taggare, votare, commentare o salvare tutti i contenuti online che preferisci.
I servizi da noi scelti:
Del.icio.us Del.icio.us

Servizio di social bookmarking che consente di aggregare elenchi di bookmark creati dagli utenti classificandoli con un sistema di tag.

Digg Digg

Sito web di aggregazione e condivisione delle notizie, dai siti editoriali e dai blog, sulla base delle segnalazioni e del gradimento tra gli utenti.

Technorati Technorati

Motore di ricerca del mondo dei blog.

Yahoo Yahoo

Pagina personale del portale Yahoo!. Si possono conservare i propri bookmark per averli sempre disponibili nella propria pagina.

Vuoi segnalarci altri servizi simili? Scrivici
L'INFORMAZIONE DEL SOLE 24 ORE SUL TUO CELLULARE
 - ABBONATI A:  -   - Inserisci qui il numero del tuo cellulare  -