PROFESSIONISTI 24
Home Ambiente e Sicurezza Appalti Diritto Edilizia Fisco Lavoro Mangement Pubblica Amministrazione

I PARERI DELL'ESPERTO DI "CODICE DEGLI IMMOBILI"

Aliquota IVA del 4%: è applicabile a prestazioni non dipendenti da contratto di appalto?

a cura dell'Avv. Luigi Salciarini

Quesito
Nel caso di costruzione della prima casa con i benefici dell'Iva ridotta al 4%, vorrei sapere se tale percentuale sia applicabile anche alle fatture per parcelle da liquidare ad Architetti e/o Ingegneri, professionisti in generale che contribuiscono alla costruzione dell'immobile. La normale ratio farebbe pensare all'uniformità del regime fiscale.
Precisazioni:
a) Il proprietario dell'area per la costruzione della prima casa è in possesso di tutti i requisiti riferiti alle agevolazioni "prima casa" ossia : residenza nel comune; non possesso nel comune di altro fabbricato; in Italia anche di porzione di fabbricato acquistato con le citate agevolazioni.
b) Premesso che l'aliquota IVA agevolata al 4% è riconosciuta per i contratti di appalto solo a due categorie di di soggetti : imprese costruttrici di case per la successiva vendita, e i cosidetti soggetti "prima casa" con i requisiti sopra richiamati, mi risulterebbe che tale limitazione non operi nei contratti di subappalto. Infatti l'agenzia delle Entrate nella circolare 19/E del 1° marzo 2001 al punto 2.2.12, dove è stato confermato che la medesima aliquota è applicabile, nell'ipotesi considerata, anche alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di subappalto attraverso i quali l'impresa costruttrice affida ad altri soggetti la realizzazione di parte dei lavori relativi alla costruzione dell'edificio (nel quesito della fattispecie sarebbero le prestazioni degli Architetti, Ingegneri e/o Professionisti in generale). Ciò in base alla deduzione che il regime applicabile ai fini dell'aliquota Iva si determina con riferimento all'appalto principale, estendensosi poi a tutti i sub-appalti, per il fatto che anche questi ultimi concorrono alla realizzazione dell'opera che il legislatore ha inteso agevolare.
All'atto pratico si potrebbe dedurre che le menzionate prestazioni aggiuntive, configurate a carico dell'Impresa costruttrice sotto forma di subappalto, questo potrebbe far rientrare le stesse nelle agevolazioni dell'IVA ridotta? E' un'ipotesi impossibille oppure di concreta realizzazione?

Risposta
Per quanto riguarda l’applicazione dell’aliquota agevolata del 4% alla costruzione della c.d. “prima casa”, occorre considerare che siamo nel campo delle agevolazioni fiscali, nel cui ambito l’applicazione della norma più favorevole al contribuente, che deve considerarsi “legge speciale”, non può essere estesa analogicamente, ma va, anzi, tenuta ben all’interno della fattispecie prevista dal legislatore, rispettando le coordinate ed i requisiti previsti.
Nel caso dell’agevolazione prevista dal paragrafo 39 della Tabella A (parte II) allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633, l’aliquota ridotta è prevista a condizione che vi sia un collegamento con un contratto di appalto, e non in ipotesi diverse.
In accordo con tale impostazione, la circolare n. 19/E del 2001 dell’Agenzia delle Entrate (richiamata nel quesito) afferma testualmente che “L'aliquota IVA del 4%, prevista dal n. 39 della Tab. A, parte II, allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, per la prestazioni di servizi diretti alla realizzazione di un fabbricato di cui alla legge n. 408 del 1949, effettuata nei confronti di soggetti che svolgono attivita' di costruzione di immobili per la successiva rivendita, si applica anche alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di subappalto attraverso i quali l'impresa costruttrice affida ad altri soggetti la realizzazione di parte dei lavori relativi alla costruzione dell'edificio. Ciò in quanto l'aliquota IVA si determina in riferimento all'appalto principale, estendendosi poi a tutti i subappalti in ragione del fatto che questi concorrono alla realizzazione dell'opera che il legislatore ha inteso agevolare.”
Come si vede, l’interpretazione dell’Amministrazione Finanziaria rimane ancorata al riferimento ad un contratto di appalto (principale) del quale gli eventuali ulteriori contratti di sub-appalto costituiscono un frazionamento.
Non può dirsi, ad avviso dello scrivente, che la predetta circolare ammetta un’estensione dell’applicazione dell’aliquota agevolata a prestazione non dipendenti da contratto di appalto (quali, ad esempio, quelle dei professionisti: architetti, ingegneri, ecc.).

Quesito tratta dalla banca dati Codice degli Immobili che mette a disposizione degli abbonati l'esclusivo servizio "Chiedi il parere dell'Esperto" che consente di avere risposte veloci e puntuali dai migliori esperti di diritto immobiliare.



COME ABBONARSI A CODICE DEGLI IMMOBILI
Codice degli Immobili è la banca de Il Sole 24 Ore studiata per soddisfare ogni richiesta di informazione, approfondimento e gestione operativa in materia di condominio, locazioni, contratti immobiliari, proprietà e diritti reali. E’ disponibile su Cd-rom e on line (www.codiceimmobili.ilsole24ore.com) per un aggiornamento quotidiano e tempestivo. L'opera contiene il testo vigente di tutta la legislazione e la prassi di riferimento, una ricca raccolta di sentenze di legittimità e di merito, in forma integrale e massimata, gli accordi territoriali del secondo canale nonché una selezione di norme UNI. L'archivio normativo-giurisprudenziale è corredato da un'accurata selezione di quesiti dell'Esperto Risponde e di articoli tratti dalle riviste professionali de Il Sole 24 Ore. Codice degli Immobili, inoltre, pubblica un pratico formulario ed un utile glossario in materia di condominio e locazioni.
Novità 2007! Codice degli immobili mette a disposizione degli abbonati il pratico servizio "Chiedi il parere dell'esperto" che consente di porre quesiti mirati ad un pull di esperti di diritto immobiliare e ricevere le risposte nella propria casella di posta elettronica.

Per contattare l'agente di zona: clicca qui
Per contattare la libreria più vicina: clicca qui



RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci CONDIVIDI
  Del.icio.us   Digg   Technorati   Yahoo  
Condividi le notizie più importanti
Tutte le icone rimandano a servizi web, esterni al sito ILSOLE24ORE.COM, che consentono di organizzare online le proprie informazioni e condividerle con la propria community di riferimento. Attraverso questi strumenti è possibile classificare, taggare, votare, commentare o salvare tutti i contenuti online che preferisci.
I servizi da noi scelti:
Del.icio.us Del.icio.us

Servizio di social bookmarking che consente di aggregare elenchi di bookmark creati dagli utenti classificandoli con un sistema di tag.

Digg Digg

Sito web di aggregazione e condivisione delle notizie, dai siti editoriali e dai blog, sulla base delle segnalazioni e del gradimento tra gli utenti.

Technorati Technorati

Motore di ricerca del mondo dei blog.

Yahoo Yahoo

Pagina personale del portale Yahoo!. Si possono conservare i propri bookmark per averli sempre disponibili nella propria pagina.

Vuoi segnalarci altri servizi simili? Scrivici
L'INFORMAZIONE DEL SOLE 24 ORE SUL TUO CELLULARE
 - ABBONATI A:  -   - Inserisci qui il numero del tuo cellulare  -